Kronosaurus Dinosauro Marino / Acquatico del Cretaceo

Kronosaurus-dinosauro-marino-800x500-post
By Nobu Tamura http://paleoexhibit.blogspot.com/ http://spinops.blogspot.com/ http://www.palaeocritti.com - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=19459840

Il dinosauro acquatico conosciuto con il nome di Kronosaurus o Cronosauro, era un primitivo rettile marino che faceva parte della famiglia dei plesiosauri.

In realtà non è corretto definirlo dinosauro proprio perché era un rettile ma nella consuetudine comune e popolare viene chiamato così in quanto ha vissuto sulla Terra nello stesso periodo dei dinosauri. Si tratta di un animale preistorico che comparve sul pianeta durante il Cretaceo che risale a 120 milioni di anni fa.

Come era fatto il Konosaurus dinosauro marino?

Il Cronosauro si deve considerare come un rettile marino ed era uno dei più giganteschi rettili che abbiano mai vissuto sulla Terra e nuotato nelle acque terrestri. Per trovare una somiglianza con gli animali che conosciamo oggi si può fare una similitudine con il coccodrillo moderno in particolare per l’enorme mascella dentata.

Il Kronosaurus aveva un corpo sottile dotato di ben quattro pinne molto potenti e una coda alquanto corta rispetto alle proporzioni dell’animale preistorico. La sua lunghezza totale è stata stimata all’incirca sui 9 metri, questo significa che è più lungo di un terzo dello squalo bianco come lo conosciamo oggi. Il peso andava dalle 7 alle 10 tonnellate quindi un dinosauro dei mari molto grande e imponente.

1280px-Kronosaurus_Scale_V2.svg
By User:Slate Weasel – Own work, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=90776215

Può apparire strano sapere che i denti del Cronosauro non erano molto affilati e letali come si penserebbe guardando la grande dimensione della sua bocca. I denti erano piccoli e misuravano solo pochi centimetri anche se il morso era potente e poteva catturare e uccidere le prede con un solo morso.

Era velocissimo in acqua mentre rincorreva la preda e una volta afferrata la scuoteva e sbatteva così forte da rompergli la testa. Si tratta di un animale carnivoro come si può ben capire, da alcune ricerche si è visto come tra i suoi alimenti preferiti ci fossero calamari e molluschi.

Schelettro Cronosauro / Konosauru

1280px-Kronosaurus_queenslandicus
By Tim Sackton – Flickr: Kronosaurus [217/366], CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20572433

Come è stato scoperto il Kronosaurus?

I reperti fossili appartenenti al Cronosauro, sono stati scoperti nel 1899 in alcune zone dell’Australia, in seguito furono ritrovati resti di Kronosaurus in Colombia. La presenza di reperti fossili in diversi luoghi del pianeta come a ovest degli Stati Uniti una zona che durante il periodo Cretaceo era un territorio completamente sommerso dall’acqua.

Il fossile appartenente al Cronosauro meglio conservato e più completo tra quelli trovati è ora conservato al Museo di Storia Naturale di Harvard a Cambridge nel Massachussets. Lo scheletro ha una lunghezza di ben 12 metri misurati dalla testa fino alla punta della coda.

Una ricostruzione moderna del dinosauro di Cronosauro fino ad oggi scoperti, hanno fornito le informazioni adeguate a dimostrare che il collo del dinosauro acquatico restava sempre in posizione orizzontale. Si tratta di uno dei più grandi Pliosauri tra cui il Liopleurodon e il Brachauchenius.

Immagini Cronosauro / Konosauru

1159px-Kronosaurus
By ДиБгд at Russian Wikipedia – Transferred from ru.wikipedia to Commons., Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2460460

In Australia, nella stessa area dove sono stati scoperti i resti fossili di Kronosaurus, sono stati trovti anche molti pesci e rettili marini con una lunghezza più piccola come l’ittiosauro Platypterygius o il plesiosauro Woolungasaurus. Si tratta di specie che rappresentavano le prede di cui il Cronosauro si nutriva per sopravvivere.

Lo scheletro scoperto nel territorio che ora è conosciuto con il nome di Colombia, è stato associato al genere dei Kronosaurus ma alcuni ricercatori hanno espresso dei dubbi su questo abbinamento. Tra le specie appartenenti alla stessa famiglia di dinosauri marini è stata riconosciuta la specie di Kronosaurus boyacensis che raggiungeva i 9 metri di lunghezza totale mentre in altri casi sono stati calcolati ben 13 metri di lunghezza.

Cosa mangiava il dinosauro marino Kronosaurus?

Il Cronosauro era un animale preistorico spaventoso in grado di uccidere a morsi ogni tipo di animale che si trovava davanti. Le sue mascelle erano molto più potenti di quelle di un moderno coccodrillo. Tra i fossili trovati nell’area dello stomaco degli scheletri di Kronosaurus scoperti, sono stati indentificati resti di tartarughe, calamari e squali.

Erano questi gli animali di cui si cibava il Cronosauro, un carnivoro e pescivoro che cacciava senza alcun timore le sue prede muovendosi velocemente nelle acque oceaniche primitive. Il gigante dei mari preistorici cacciava senza sosta per riuscire a nutrirsi a sufficienza vista la sua grande mole aveva bisogno di molto cibo ogni giorno.

Curiosità sul Kronosaurus il dinosauro acquatico

Kronosaurus è un nome che deriva dal dio greco Crono, ovvero il padre di Zeus. Un nome scelto per indicare un animale titanico che attraversava i mari preistorici del Triassico. La mitologia racconta che Crono mangiò di suoi stessi figli compresi Ade, Poseidone e anche Era per riuscire a conservare la sua potenza e il comando. questo perché una predizione fatta da un oracolo gli disse che essi lo avrebbero spodestato.

La causa della scomparsa di questo enorme rettile marino si pensa che sia stato l’attacco di altri animali come squali e altri rettili tra cui il mesosauri. Questi ultimi sono stati in grado di avere la capacità di adattamento alla Terra e alle sue modifiche continue anche se poi un grande meteorite ha colpito il pianeta 65 milioni di anni fa contribuendo alla scomparsa dei Plesiosauri e di tutti i dinosauri esistenti in quel periodo.