Herrerasaurus Dinosauro Carnivoro

L’Herrerasaurus è una tipologia di dinosauro carnivoro che non esiste più, vissuto nell’era Triassica quindi circa duecento milioni di anni fa nel Sud America.

Come specie sono simili ai teropodi, portando gli studiosi a vederlo come una fase primitiva delle sembianze dell’Allosauro, del Tirannosauro. Questo particolare dinosauro è esclusivo del suo genere ed è stato rinvenuto intorno al 1961 a San Juan.

  • Nome : Prende il nome dallo scopritore, Herrera
  • Scopritore : Reig nel 1963
  • Classificazione : Saurischia, Theropoda, Herrerasauridae
  • Reperti : In sUDAMERICA
  • Alimentazione : Carnivoro
  • Periodo : tRIASSICO

Per molto tempo non si riusciva a classificare l’Herrerasaurus perché si erano trovati solo dei pezzi molto frammentati, per questo all’inizio si pensava fosse un Teropode Basale, in seguito venne definito anche saurischiano basale e successivamente chiamato anche sauropodomorfo base e infine fu addirittura definito come un archosauro.

La svolta avvenne quando nel 1988 fu rinvenuto uno scheletro semi-completo, dove era presente anche il suo cranio e la sua mascella, dalla quale sono riusciti finalmente a darli una classificazione ovvero teropode basale. L’Herrerasaurus viene anche definito come l’esemplare alla base dell’evoluzione dei teropodi.

Descrizione dell’herrerasaurus

L’Herrerasaurus fu un dinosauro carnivoro che camminava su due zampe, con un corpo asciutto, una coda molto grande e un cranio piccolo. Da adulto raggiungeva una grandezza massima di cinque metri e di altezza arrivava fino a circa un metro, con un peso che si aggira ai trecentocinquanta chili.

Il cranio può andare dai trenta centimetri fino ai cinquantasei, i quali sono stati raggiunti da un Herrerasaurus particolare, talmente grande da aver avuto un genere a se stante ovvero il Frenguellisaurus.

L’Herrerasaurus era un cacciatore capace di attaccare qualunque vertebrato nel suo habitat, sia che fossero erbivori o onnivori.
Era fornito di mascelle provviste di denti uncinati e articolazioni flessibili, le quali permettevano di ridurre a brandelli le carni delle sue prede.

Il suo armamentario era composto anche dai suoi tre artigli posizionati nelle zampe davanti, invece nelle zampe di dietro finivano con artigli. Come cacciatore è riuscito a convivere anche con altri cacciatori ovvero il grande Rauisuchian Saurosuchus.

Caratteristiche del cranio

Il cranio del Herrerasaurus è stretto e lungo con nessuna similitudine ai suoi successori, era più simile a quello degli Euparkeria.
Il cranio è composto da cinque aperture, suddivise in due per gli occhi e due per le narici, tra di loro vi erano due aperture anteorbitali e dei piccoli buchi a fessura di circa un centimetro che si chiamano promaxillari.

La mandibola inferiore degli Herrerasaurus ha l’articolazione flessibile, per dargli la possibilità di muoversi indietro in modo da apprendere la preda quando morde. Questa caratteristica era molto particolare tra i dinosauri, ma eè stata presente nell’evoluzione di determinate lucertole.

Nel dorso della parte inferiore della mascella è presente un forame. Nelle mascelle invece sono presenti denti seghettati per riuscire a fare a brandelli i pezzi di carne che prendeva dalle sue prede.

Le parti dell’Herrerasaurus

L’Herrerasaurus aveva le zampe davanti che erano alquanto piccole in confronto alle zampe di dietro. Aveva l’avambraccio e il braccio alquanto corti, ma la mano era tesa composta da cinque dita.
Gli artigli uncinati erano presenti nelle prime due dita e nel pollice in modo da prendere facilmente le sue prede invece nelle altre due dita non sono presenti artigli.

Questo dinosauro stava sempre su due zampe, infatti erano molto potenti, ed erano composte da delle cosce piccole e piedi lunghi, dettagli che fa pensare fosse un predatore molto veloce.

Come le zampe anteriori anche i piedi avevano cinque dita, ma quelle più forti erano la seconda, la terza e la quarta poiché erano in grado di sostenere tutto il corpo dell’animale insieme alla coda, che riusciva a bilanciare il peso anche durante la corsa. Il primo e il quinto dito sono piccoli, ma almeno il primo ha è fornito di un artiglio.

Com’è stato scoperto e paleobiologia

Il tipo di dinosauro chiamato Herrerasaurus venne rinvenuto a San Juan, nell’America del Sud. L’anno di scoperta fu il 1961, dallo studioso Victorino Herrera, il quale trovò i primi resti all’interno di depositi di sedimenti risalenti al Triassico.

L’Herrerasaurus per via dei suoi denti seghettati fu classificato come carnivoro e viste la sua entità si pensa cacciasse prede di medie e piccole grandezze.

Le quali possono essere dinosauri come il rinocosauri, oppure come il Pisanosaurus o potevano anche essere dei Sinapsidi poiché ce n’erano tanti nel suo habitat. L’ Herrerasaurus a sua volta poteva essere cacciato da dinosauri come i Saurosuchus, questo lo si può dedurre dai resti dei teschi poiché trovati con segni di punture.

Nelle feci fossili furono ritrovati frammenti di ossa, ma non di foglie o altri proventi di un erbivoro, perciò queste feci furono assegnate all’Herrerasaurus. Grazie agli esami chimici e mineralogici fatte sulle feci, si è confermato fossero degli Herrerasaurus, così da fare una nuova scoperta su questo dinosauro, ovvero che era in grado di digerire perfino le ossa.

Articoli Recenti