Archaeopteryx dinosauro carnivoro del Giurassico

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Archaeopteryx dinosauro carnivoro 800x400

Archaeopteryx è considerato da molti paleontologi l’uccello più antico conosciuto e il suo studio ha permesso agli scienziati di tentare di comprendere come dai dinosauri si siano evoluti gli uccelli e quali adattamenti consentirono il volo.

Vissuto nel periodo Giurassico è conosciuto grazie a dieci scheletri, più o meno completi, e una piuma.

Archaeopteryx visse durante i primi del Titoniano, durante il Periodo Giurassico, circa 150 -148 milioni di anni fa. La maggior parte degli esemplari furono scoperti nei depositi di calcare di Solnhofen, in Baviera, formazione nota soprattutto per l’incredibile stato di conservazione dei fossili.

Archaeopteryx raggiungeva le dimensioni di un corvo; con ampie ali arrotondate alle estremità e una lunga coda ossea da teropode. Dalla testa alla fine della coda, poteva arrivare ad una lunghezza di 35 centimetri e avere un peso totale di 0,8 a 1 kg. Aveva delle piume strutturate in maniera molto simile a quelle dei moderni uccelli.

Dinosauro Archaeopteryx :

Anche se sono molte le innumerevoli caratteristiche da uccello, l’archeotterige aveva molti tratti da dinosauro carnivoro, come la presenza di denti nel becco, e una lunghissima coda che probabilmente veniva usata per bilanciare per il corpo, quando l’animale si spostava a terra.

Dati gli evidenti caratteri condivisi tra uccelli e dinosauri, si è sempre ritenuto che l’Archaeopteryx fosse un sorta di evoluzione tra i due.

Nel 1970, John Ostrom, sostenne che tutti gli uccelli attuali discendano dai dinosauri teropodi e che l’archeotterige fosse il perfetto “anello mancante” tra le due classi;

le varie caratteristiche condivise facevano ulteriormente supporre che l’ipotesi di Ostrom fosse corretta; in particolare, Ostrom pensò che l’Archaeopteryx fosse in qualche maniera imparentato con altri membri della famiglia dei Dromaeosauridae.

I primi resti fossili di Archaeopteryx furono ritrovati nel 1861. Le ricerche e gli scavi effettuati nel Gobi e in Cina hanno portato alla luce nuovi resti fossili di dinosauri-uccello e dinosauri piumati, inserendo un ulteriore unione tra questi ultimi e l’archeotterige. Quest’ultimo è ritenuto essere molto vicino agli antenati degli uccelli moderni, mostrando molte caratteristiche che ci si aspetterebbe da un uccello ancestrale. Probabilmente Archaeopteryx non è il l’antenato diretto degli uccelli moderni, ma per alcuni studiosi potrebbe essere un ramo evolutivo convergente.

Caratteristiche Archaeopteryx :

Somigliava un po’ a un piccolo dinosauro carnivoro e un po’ a un uccello.

Come i dinosauri aveva coda lunga, sterno (l’osso piatto che si trova al centro del torace) non carenato , tre robuste dita della mano provviste di artigli e bocca munita di molti denti appuntiti e ricurvi all’indietro.

Fornito come gli uccelli di furcula, gli alluci posti posteriormente per appollaiarsi sui rami, e il corpo coperto di penne e piume.

Archaeopteryx è dunque il classico esempio di ”anello di congiunzione”, che dimostra come gli uccelli si sarebbero evoluti dai dinosauri.

Si ritiene che Archaeopteryx fosse un buon volatore.

Il nome : Archaeopteryx significa ”ala antica”.

Scopritore : Meyer nel 1861.

Classificazione : Uccello, Archaeopterygidae.

Reperti : Rinvenuti in Europa.

Dimensioni : Lunghezza : 50 centimetri.

Altezza : 25 centimetri.

Peso : 500 grammi.

Alimentazione : Carnivoro e Insettivoro.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su telegram